Biosistemica > Il Metodo Biosistemico

Quali sono i metodi generali della Scuola Biosistemica?

Il nome, "Biosistemica," dà due indicazioni: "Bio" fa riferimento alla dinamica del corpo, con la sua vitalità, il suo movimento spontaneo e le sue ondulazioni fra "assertività" (il sistema simpatico) e "ricettività" (il sistema parasimpatico).  La parola "Sistemica" fa riferimento alla Teoria dei Sistemi: La logica del circolo, del spirale, della totalità che integra tutte le sue parte e dalla retroazione, cioè, dal feedback.  Quindi la logica lineare e della causalità semplice è rimpiazzata dalla logica complessa con la causalità molteplice, le conseguenze con "vantaggi e svantaggi" e una capacità di valutare queste conseguenze per pianificare meglio per "la prossima volta," cioè, di "imparare dei errori".  La logica sistemica vuole dire, anche, i sistemi diversi che co-esistono: individuo, famiglia, comunità e mondo.  I problemi trovano origine in tutti i livelli e, corrispondente, tutti i livelli possono influire sulle soluzioni.  In questa ottica, molti studenti della Scuola Biosistemica si orientano verso un impegno sociale come una parte della loro scelta individuale per vivere "sanamente" in un mondo profondamente disequilibrato.

Le mappe di lettura:
  1. Il Modello neurofisiologico di Gellhorn La curva energetica
  2. Il Modello neurofisiologico di Laborit L'inibizione dell'azione


Le tecnice di base:
  1. L'empatia corporea
  2. La trasformazione delle emozioni: dal Problema alla Soluzione
  3. Le Parole Chiave e le Frasi Direzionali


Apprendere dall'esistenza
  1. L'apprendimento attivo
  2. L'epistemologia del rispetto